MacBook Pro

Attivare suono avvio MacBook Pro 2016

Attivare suono avvio MacBook Pro

Attivare suono avvio MacBook Pro

Apple ha lanciato i nuovi MacBook Pro nell’ultimo trimestre del 2016 con una serie di novità interessanti, tra cui il modello con l’ormai celebre TouchBar. E’ bastato pochissimo tempo per constatare l’assenza del suono che solitamente avveniva durante l’accensione.

Per chi possiede un qualsiasi Mac da un po’ di tempo, sono sicuro che sa di cosa sto parlando. Si tratta di un suon ormai familiare, che ascoltiamo ogni singola volta che accendiamo il Mac.

Non si tratta di un problema di malfunzionamento, così come è capitato su alcuni Mac e MacBook. Di cui abbiamo già parlato e dato una soluzione definitiva.

Questa volta la decisione è stata presa da Apple stessa che ha deciso di eliminare il suono sui nuovi modelli. Non sappiamo la motivazione specifica in quanto l’azienda non si è mai pronunciata in merito, ma potrebbe essere causato da una serie di fattori, come la TouchBar.

Sostanzialmente per evitare un conflitto con le ultime novità del Mac, si è preferito eliminare questa funzionalità.

Bene, ammetto che non è utile il suono d’avvio. Ne sono pienamente consapevole. Ma qualcuno può esserci tanto affezionato da voler comunque riavere sul nuovo MacBook Pro.

Se anche tu sei uno di quelle persone che non vuole fare a meno del suono d’avvio del Mac, sei nel posto giusto in quanto ti mostrerò come attivarlo anche sui nuovi MacBook Pro 2016.

Come attivare suono d’avvio su MacBook Pro

  • Apri la ricerca interna del Mac e cerca la parola: Terminale

Terminale Mac

  • Apri il Terminale cliccando sull’icona dell’app
  • Digita questa stringa e poi premi il tasto Invio:

sudo nvram BootAudio=%0

Attivare audio da Terminale

Se cambi idea, invece, e vuoi tornare a disattivare l’audio di accensione. Ti basterà aprire di nuovo il Terminale e digitare la seguente stringa:

sudo nvram BootAudio=%00

  • Premi invio per confermare
  • Suono eliminato nuovamente.

Problemi con la guida?

Accedi al gruppo su Facebook e chiedi un supporto gratuito. Riceverai una risposta il prima possibile con una soluzione concreta.

Guide simili